http://www.genitoricontroautismo.org

Fenoli, salicilati e dieta Feingold Stampa E-mail

SINTOMI DI SENSIBILITA' AI FENOLI

Alcuni sintomi tipici indicano che il bambino può avere problemi con i fenoli (non necessariamente sono presenti tutti): occhiaie scure, guance rosse, orecchie rosse, diarrea, iperattività, aggressività, mal di testa, sbattere la testa e altre autolesionismo, riso inappropriato, difficoltà ad addormentarsi la sera, stare sveglio di notte per diverse ore.

Elenco di cibi alti in fenoli: mandorle, mele, albicocche, tutti i tipi di bacche e frutti rossi, ciliege, curry, sidro di mele e aceto di mele, chiodi di garofano, caffè, cetrioli e sottaceti, uva passa, uva, nocipesche, arance, paprika, pesche, peperoni (dolci e piccanti), prugne e susine, mandarini, tè, pomodori, aceto di vino e vino. Si consiglia anche di evitare tutti i profumi e ciò che contiene profumo (non si sa di che tipo sia il profumo, se è chimico potrebbe essere "vietato" e se è naturale potrebbe essere ricavato da una pianta "vietata"), i dolcificanti che derivano dal mais, il glutammato monosodico (si trova nei dadi da brodo e in alcuni piatti già pronti, l'eliminazione di questo è stata quella che ha portato più benefici, secondo me!), nitrati o nitriti, agenti solforanti (come diossido solforeo, solfito di sodio, bisolfito di sodio, metabisolfito di sodio, metabisolfito di potassio, bisolfito di potassio) e i benzoati (benzoato di sodio, acido benzoico, etc.).

 Per quel che riguarda gli alimenti, praticamente tutti i cibi hanno una componente fenolica. Le cose che hanno una maggiore componente fenolica sono quelle a base di petrolio, i coloranti e conservanti artificiali. Questi sovraccaricano un enzima chiamato PST (solfotransferasi fenolica) che è necessario anche al cervello, perchè anche i neurotrasmettitori (i composti chimici cerebrali) sono fenolici. Diversi studi hanno accertato che le persone con ADHD o autismo non hanno quantità sufficienti di questo enzima. Inoltre sembra che questi additivi agiscano direttamente sul cervello di alcune persone come una vera e propria droga. Sono prodotti chimici con un basso peso molecolare e possono passare attraverso le membrane. Alcuni studi hanno dimostrato che sono legati al 99% alle proteine del sangue, e quindi agiscono come alcune droghe psicoattive. Per questo l'eliminazione di questi composti è alla base del programma Feingold."


FENOLI

Ci viene di tanto in tanto chiesto un elenco di cibi che contengono fenoli. Quasi tutto ciò che è commestibile contiene qualche composto fenolico. Le cose più problematiche riguardo a questo sono comunque gli additivi a base di petrolio - i coloranti artificiali, gli aromatizzanti e i tre conservanti chiamati BHT, BHA, TBHQ. Questi sembrano essere in grado di sovraccaricare un enzima chiamato PST (phenol sulfotransferase) che è necessario anche per il cervello in quanto le sostanze chimiche cerebrali chiamate neurotrasmettitori sono anche fenoliche. Le persone con ADHD ed autismo hanno secondo diversi studi questo enzima basso. Sembra inoltre che almeno per alcune persone questi additivi agiscono più direttamente sul cervello come una droga. Sono molecole chimiche a basso peso e possono passare attraverso le membrane. E' stato dimostrato che per il 99% si legano a proteine nel sangue, esattamente come fanno alcuni psicofarmaci..

DA EVITARE:

Coloranti sintetici (artificiali)
I coloranti alimentari possono trovarsi elencati come "food coloring" "U.S. Certified Color" "Color Added," o dal numero della Food & Drug Administration, come ad esempio "FD&C Yellow No. 5." In paesi diversi dagli U.S., gli additivi sono elencati con una "E-"
questi coloranti venivano fatti dal catrame minerale. Sono ora prodotti dal petrolio. (anche la benzina è fatta dal petrolio)
Su alcuni prodotti c'è scritto "coloranti aggiunti", ma contengono una sostanza chimica come gli ossidi di ferro che non sono uno dei coloranti che noi eliminiamo. L'unico modo per sapere se un prodotto è accettabile è usare la nostra lista degli alimenti.

Aromatizzanti sintetici (artificiali)
Possono essere elencati come "aromi" o "aromi artificiali". La Vaniglina è il solo aromatizzante sintetico chiaramente identificato dal suo nome.
Molti di questi centinaia di aromatizzanti chimici sono fatti dal petrolio

Aspartame (Nutrasweet) - un dolcificante sintetico

Tre conservanti sintetici antiossidanti:
BHA (Butylated Hydroxyanisole)
BHT (Butylated Hydroxytoluene)
TBHQ (Tertiary Butylhydroquinone)
anche questi sono fatti dal petrolio

Salicilati: una sostanza chimica presente in alcuni frutti, verdure e articoli da toilette

Cibi e ingredienti alti in salicilati:
mandorle, anice, albicocca, avocado, more, mirtilli, mirtillo rosso, lampone, fragola, melone, pepe di cayenna, ciliegia, chewing gum, cicoria, cocomero, ribes, curry, datteri, aneto, indivia, uva, olive verdi, pepe verde, peperone, liquirizia, liquori, maionese, arancia, paprika, menta piperita, ananas,prugne, radici, rosmarino, rum, the, timo, pomodori, sidro, aceto, aceto bianco, patate bianche, salsa Worcester, zucchini, birra di betulla.

Aspirina & medicazioni contenenti aspirina

Altro - Alcuni preferiscono evitare anche altri additivi all'inizio della dieta, riaggiungendoli dopo, altri invece preferiscono di no, limitandosi a tenere ben in mente di eliminarli in seguito in caso di mancata risposta.

Sciroppo di mais o altri dolcificanti al mais (CS)
NON è la stessa cosa del saccarosio o del fruttosio. La maggior parte delle persone riescono a tollerare lo zucchero non in quantità eccessive abbastanza bene, ma molte persone NON tollerano lo sciroppo di mais, fatto da hydrogen sulfide + amido di mais e altre sostanze chimiche e contaminanti. Si ritiene che lo sciroppo di mais sia anche alto in sulfiti.

MSG (Monosodium Glutamate) (E-621)

HVP (Hydrolized Vegetable Protein - può contenere MSG)

Nitriti o Nitrati (N)
Questi sono spesso usati nelle carni processate. In studi su animali si è dimostrato che sono causa di distraibilità e possono causare anche mal di testa

Sulfiting agents (SF)
Le persone con autismo o asma dovrebbero evitarli, ma in realtà dovrebbero farlo tutti. Sono:
Sulphur dioxide (sono stati trovati residui nello sciroppo di mais e in molta frutta secca)
Sulfiti possono essere usati nei ristoranti per mantenere i cibi (come patate, mele) bianchi e possono essere aggiunti a medicinali o al vino.
Questo un elenco
Sulphur (Sulfur) Dioxide
Sodium Sulphite (or Sulfite)
Sodium Bisulphite (or Bisulfite)
Sodium Metabisulphite (or Metabisulfite)
Potassium Metabisulphite (or Metabisulfite)
Potassium Bisulphite (or Bisulfite)

Benzoati
Elencati come Sodium Benzoate, Benzoic Acid, etc.
Coloro che sono estremamente sensibili ai salicilati o che hanno disordini ai muscoli dell'occhio potrebbero necessitare di limitare i benzoati

 

 

Fonti nascoste di glutine Stampa E-mail

 Image

FONTI NASCOSTE DI GLUTINE

Il glutine è OVUNQUE. Non solo nei cibi che mangiamo, ma nel mondo dove i nostri figli vivono!
Un elenco di fonti nascoste di glutine:

Prodotti di uso quotidiano:

- Rossetti / emollienti per labbra

- Protettivi solari

- Etichette, compresi i cartellini dei prezzi! Controllate!

- Francobolli e buste

- Detersivi per lavatrici

- Saponi e shampoo

- Dentifrici e colluttori

- Cosmetici ( a maggior parte dei bambini non usano trucchi, ma attenzione a quelli che usate voi e siate sicuri che non capitino nelle loro mani! Una bambina BEVVE il fondotinta di sua madre perchè attratta dal suo fissatore al glutine: è STORIA VERA)

-Didò, colori, matite

- Medicine e Antibiotici (chiedete al vostro medico)

- Spezie macinate

- Elettrodomesici - tostapane, frullatori, forni, forni a micro onde, piastre da cialde (usate utensili separati per cibi GF! Nei forni mettete i cibi CFGF su un piatto!)

Contaminazione incrociata Stampa E-mail
CONTAMINAZIONE INCROCIATA

La contaminazione incrociata da glutine e caseina è una preoccupazione legittima. Alcune ditte producono cibo con gli stessi macchinari usati per fare molti altri prodotti. Il processo di risciacquo può variare molto fra le diverse ditte: ce ne sono alcune che non si preoccupano del risciacquo delle loro attrezzature e altre che invece sono scrupolose. Alcune ditte sterilizzano e puliscono i loro macchinari dopo ogni prodotto utilizzando acqua a temperatura più alta che in casa. Alcune di queste ditte affermano che ci sono molte più probabilità di contaminazione in una cucina casalinga dovute ad impropri lavaggi del piano cottura, di piatti, utensili e delle pentole.
La contaminazione da glutine da prodotti che usano farina è più difficile da controllare a causa della volatilità della farina stessa. Invece la contaminazione incrociata da caseina è più facile da controllare con un adeguato lavaggio delle attrezzature. E' importante chiamare le ditte dei prodotti che ci interessano facendo presente il nostro problema e quanto sia importante per noi. Se non lo diciamo, non lo sapranno mai!

Ecco un elenco di consigli raccomandati dall'organizzazione Celiaci:
- Usare pentole separate che non siano mai state usate per cucinare prodotti contenenti glutine e caseina
- Usare un tostapane separato o un fornetto per preparare pane GFCF
- Ricordare che la contaminazione incrociata può avvenire anche usando un coltello che sia stato usato per spalmare burro o formaggi sul pane. Il coltello può aver raccolto briciole che rimangono sull'utensile dopo averlo usato. Riconoscere e tenere separati quindi gli utensili che si usano per chi segue la dieta gfcf
- Tenere presente che comprare prodotti da contenitori aperti crea un alto rischio di contaminazione incrociata. Spesso infatti viene usato lo stesso mestolo per prenderli per cui la contaminazione incrociata avviene con facilità.

Dieta senza glutine e caseina - un raggio di speranza Stampa E-mail
La comunità dell'Autismo e PDD ha recentemente preso in considerazione una nuova opzione di trattamento: la dieta senza glutine e caseina.

Esattamente cos'è questa dieta e quali sono i vantaggi e gli svantaggi? Sono queste le domande che si stanno ponendo ovunque i genitori di bambini autistici. Per riuscire a capire cosa sia questa dieta dovete prima sapere cosa sono il glutine e la caseina, solo dopo potremmo prendere la decisione se vogliamo o meno considerare questo trattamento. Il glutine è una mescolanza di proteine vegetali che si trovano nel grano e nei prodotti derivati come il pane. La caseina è una proteina del latte. Questi due prodotti sono molto comuni nei derivati del grano e del latte.
 
Ricerche hanno dimostrato che evitare questi due prodotti ha aiutato a migliorare i sintomi dell Autismo
Come fanno questi due innocenti prodotti, basilari in ogni dieta, a essere in relazione con l'Autismo? Ricercatori dell'università della Florida danno la seguente spiegazione: queste proteine sono trasportate al cervello dove si legano a recettori e causano un effetto che le nostre richerche indicano si manifesti nei sintomi dell'autismo. Studi e ricerche hanno evidenziato che eliminando queste proteine dalla dieta si hanno miglioramenti in molti bambini autistici.
Molti bambini autistici mangiano quasi esclusivamente latte e prodotti contenenti glutine. Questo rappresenta un problema per i genitori: come si possono cambiare le abitudini alimentari di un figlio quando le sostanze da eliminare sono le uniche che mangia? Chiedetevi però se state privando vostro figlio dei cibi essenziali o gli state offrendo una chance per un possibile miglioramento della sua vita?
Questa decisione è una delle più importanti che un genitore possa prendere e deve essere valutata attentamente. Prendete tutte le informazioni possibili prima di prendere una decisione e naturalmente consultate il medico del vostro bambino prima di iniziare un qualunque cambiamento di questa natura. Considerate però che ci sono resoconti incoraggianti da parte di quei genitori che hanno provato questa dieta e sembra che molti di loro abbiano visto miglioramenti stupefacenti.
 
Miglioramenti con la eliminazione di glutine e caseina si sono visti anche nel disturbo definito "leaky gut syndrome", cioè sindrome dell'intestino permeabile, nel comportamento, nella socializzazione, nel linguaggio e in molte altre abilità. Questi miglioramenti hanno reso questa dieta molto popolare, specialmente perchè NON richiede l'uso di farmaci o altri interventi medici.
 
Una domanda che ci si pone è: - Se i bambini non devono mangiare queste cose, cosa possono mangiare ? Ebbene, ci sono opportuni sostituti per i prodotti contenenti glutine e caseina. Questi prodotti usati in ricette che ben si adattano a loro, offrono una dieta alternativa varia, gustosa e nutriente. Certo la volontà di prendere la decisione di seguire questa dieta è essenziale, come il consultarsi con un medico, ma questo trattamento potrebbe offrire benefici davvero significativi ai membri della comunità dello spettro autistico.
. ~ Adelle Jameson Tilton
La Dr. J. McCandless spiega l'importanza della dieta Stampa E-mail

La Dr. McCandless spiega perchè non accetta pazienti che non seguono la dieta senza glutine e caseina:

"E' vero che non accetto bambini che non siano a dieta. Questo non vuol dire che credo che ogni bambino con autismo necessiti della dieta, forse si tratta solo dell' 85-95%, specialmente all'inizio. Per fortuna, molti bambini guariscono al punto tale da poter sopportare questi peptidi grossi, specie con l'aiuto della terapia con enzimi, ma dubito che all'inizio l'intestino possa guarire se non facendo la dieta. 
Anche prima di scrivere il mio libro, avevo una lunghissima lista d'attesa di genitori che volevano visitassi il loro figlio. Ed è per questo che ho scritto il libro, per aiutare i genitori che non riuscivano a trovare un medico a iniziare a fare da soli mentre cercavano un medico che non gli dicesse che una diarrea che si protrae per anni è normale, o che le vitamine non servono a niente, o che la dieta non è necessaria. Ho perso anni a far fare analisi, a spiegare (anche se ora so che non esiste un esame che provi che la dieta non serve a un bambino) e a convincere i genitori a fare la dieta prima che potessimo iniziare tutti gli altri importantissimi interventi, perché credo che la guarigione dell'intestino sia il numero uno, come i supplementi nutrizionali sono il numero due. Dopo aver affrontato questi primi due passi ci sono la chelazione, il trattamento dei disordini della metilazione, gli antivirali, ecc. Ora che so quali sono quegli interventi e quali benefici ne traggono i bambini, non voglio perdere tempo prima di essere in grado di partire coi genitori che non sono disposti a mettere i loro bambini a dieta, cosa essenziale per loro. Al momento appare anche che per una piccola percentuale di bambini la dieta SCD (senza carboidrati) sia anche migliore della dieta senza glutine/caseina/soya, ma molti bambini sono guariti e stanno guarendo anche con quest'ultima. Può darsi che altri dottori all'inizio in questo campo dovranno passare questa esperienza prima di imparare che quasi tutti i bambini beneficiano dalla dieta. In realtà, io non accetto più pazienti, visto che la lista d'attesa è interminabile e ora spendo tutto il tempo che ho a cercare di condividere quello che ho imparato e sto ancora imparando dagli altri medici. Finora ho formato più di 100 medici, che curano i bambini nello spettro. Ho una lista d'attesa per chi voglia una valutazione completa, e credo sia una perdita di tempo e di denaro per i genitori venire da me prima di iniziare la dieta, visto che è una cosa che possono fare da soli. E quando i bambini saranno ormai stabilizzati con la dieta, potrò poi indirizzarli verso i trattamenti che vengono dopo e che necessitano dell'intervento di un medico.
La velocità col quale vedo adesso bambini che guariscono, a paragone del labirinto di tentativi ed errori di 6 anni e mezzo fa, quando dovevo cercare di convincere i genitori contrari alla dieta, è IMPRESSIONANTE."

Jaquelyn McCandless

<< Inizio < Precedente 91 92 93 94 95 96 Prossimo > Fine >>

Risultati 856 - 863 di 863