http://www.genitoricontroautismo.org

Dicembre 2004 - Corso di formazione e aggiornamento tenuto dal Dr. M.Borghese Print E-mail

A Napoli, presso il Centro "STUDIO DIAGNOSI E TERAPIA DELL'AUTISMO", di Massimo Borghese, inizierà il 4 dicembre il nuovo corso semestrale di formazione-aggiornamento sulla diagnosi e la terapia dell'autismo.
Modalità di iscrizione per terapisti, come da allegato programma. Partecipazione gratuita per i genitori del portale, ai quali è richiesta solo un'e-mail di conferma ( ) non oltre tre giorni prima di ogni incontro.

CORSO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO

SINDROME AUTISTICA
DIAGNOSI E TERAPIE

A cura di Massimo Borghese

Il corso è per logopedisti, medici, terapisti della riabilitazione, genitori ed altri operatori interessati ad aggiornare e adeguare le proprie conoscenze e possibilità di intervento preventivo e curativo nei confronti dell'autismo.
Sono previste lezioni frontali ed esercitazioni pratiche aventi lo scopo di fornire le più aggiornate informazioni relative alle cause (congenite e acquisite) dell'autismo, ed i principali protocolli terapeutici realizzabili per il recupero e la riabilitazione.

PROGRAMMA PRELIMINARE

- L'attuale corpus dottrinale della foniatria e della logopedia.
- Definizione e significato di "communication", "language", "voice", "speech".
- Il catalogo nosologico foniatrico-logopedico. Definizione e inquadramento delle patologie della
comunicazione.
- Definizione e modalità di disamina del profilo comunicativo individuale.
I livelli: percettivo-recettivo, motorio-prassico-espressivo, emotivo-relazionale-comportamentale,
cognitivo-integrativo-decisionale.
- Via uditiva centrale, sue funzioni ed embricazioni anatomo-funzionali.
- Le funzioni corticali superiori.
- Il cervello limbico.
- Principi di linguistica. Fonologia, lessico, morfosintassi, pragmatica.
- Campo uditivo e classificazione delle ipoacusie.
- Autismo. Definizione.
- Epidemiologia dell'autismo.
- Cause dell'autismo.
- La visita foniatrica e l'osservazione logopedica di base.
- La visita foniatrica e l'osservazione logopedia nel soggetto autistico.
- Diagnosi differenziali.
- Protocolli terapeutici.
- Controlli longitudinali.
- Principi di intervento logopedico:
- perché la logopedia per l'autismo
- instaurazione del rapporto terapista-bambino; osservazione
- contatto oculare
- motricità globale e fine
- prassie bucco-linguo-facciali
- stimolazione delle abilità percettive
- gestione delle stereotipie
- rottura delle abitudini
- contenimento dei comportamenti inadeguati
- allestimento della stanza di terapia e materiale utilizzabile
- autonomie: alimentazione, vestirsi e svestirsi, controllo sfinteri, gioco e socievolezza,
spostamenti
- rapporto con gli oggetti
- esecuzione di ordini semplici e complessi
- riconoscimento e denominazione
- induzione della verbalizzazione
- uso delle immagini
- costituzione ed ampliamento del vocabolario
- strutturazione della frase
- impostazione dei fonemi
- lettura e scrittura
- calcolo matematico
- consegne ai familiari e loro ruolo nei programmi abilitativi e nella quotidianità
- rapporto con gli insegnanti e gli assistenti scolastici
- Interventi di genitori di soggetti autistici recuperati. Descrizioni di esperienze relative alla gestione
dei problemi alimentari, delle terapie mediche, ed alla collaborazione con i terapisti e la scuola
- Esercitazioni pratiche in foniatria e logopedia.

Calendario degli incontri-lezioni: 4 e 11 dicembre 2004, 2005: 15 e 22 gennaio, 12 e 26 febbraio,
5 e 19 marzo, 9 e 16 aprile, 7 e 21 maggio. Orario: 9 - 14.

Quota di partecipazione: € 1.200 + IVA 20% (€ 400 al momento dell'iscrizione, le due successive quote, rispettivamente a gennaio e a febbraio).
L'iscrizione può essere effettuata direttamente presso la sede del corso, in via Taverna Rossa 121 Casavatore-Napoli, il lunedì, mercoledì e giovedì, tra le 9 e le 16, o per mezzo di bonifico bancario di € 400 a favore di Maria Salazaro, Credito Emiliano Agenzia 15 di Napoli, conto corrente 536, codice paese: IT, cifra di controllo: 60, CIN: D, ABI: 03032, CAB: 03406.

I contenuti del programma e il calendario degli incontri possono subire variazioni, tali da non modificare in modo significativo quanto esposto nelle informazioni iniziali, e che verrebbero comunicate comunque in tempo utile.