http://www.genitoricontroautismo.org

Lettera di un nostro lister alla dr D. Vivanti Print E-mail

Ho preso atto con sconcerto e amarezza della faciloneria con cui lei a nome di altre menti illuminate ha risposto ad un genitore di un bambino autistico (che si firma R.A.) che chiedeva informazioni in merito all'articolo sul protocollo D.A.N. apparso su Famiglia Cristiana.
Avete bollato senza appello il protocollo D.A.N. senza prendervi la briga di verificare se si tratti di una metodica utile e veritiera, e soprattutto senza chiedervi, forti della vostra presunzione se così facendo non precludiate ai genitori di bambini autistici che con fiducia (purtroppo mal riposta) si rivolgono a voi la possibilita di vedere i risultati di una metodica che in realtà fa uso di dieta senza glutine e caseina, vitamine, minerali, enzimi digestivi, e altra sostanze naturali ricavate ad esempio dal riso o dalla canna da zucchero come la Dimetilglicina e la Trimetilglicina.
Be certamente sono tutte sostanze di "provata tossicità verificata in doppio cieco", specie se dosate a fronte di accurate analisi atte a evidenziare gli scompensi metabolici riscontrabili nei bambini autistici. Analisi svolte nei migliori laboratori del mondo, a caro prezzo e a nostro totale carico grazie alla totale inadeguatezza dei centri italiani dove tali analisi non sono disponibili e men che meno convenzionate o rimborsate.

Persone come lei possono pregiarsi di fornire una comoda scusa al Sistema Sanitario Italiano per lasciare questa incresciosa situazione inalterata.
Che dire poi della chelazione? Il mercurio è buono e soprattutto fa bene, quindi perchè rimuoverlo?
Ringraziamo chi in forma di timerosal ha permesso che venisse iniettato nelle vene dei nostri bambini. Anzi, aumentiamone pure il dosaggio così che i produttori dei vaccini possano conservarlo piu a lungo, in modo da veder gonfiare ulteriormente i loro portafogli alla faccia della salute pubblica. Cosa importa se cosi facendo il numero degli autistici continuerà ad aumentare?
Dove e in che numero sono queste famiglie che hanno sperimentato l'inefficacia del protocollo D.A.N, e dove sono quelli che ne sono stati danneggiati?
Questo dato viene inspiegabilmente taciuto!
E io, che mi sono stufato di tacere vi pongo un'altra domanda. Dove sono quelle famiglie che invece stanno sperimentando il protocollo D.A.N. ottenendo il miglioramento della condizioni dei loro figli?
Provate a visitare il sito www.genitoricontroautismo.org siamo più di cinquecento utenti
determinati a non accettare l'equazione autismo = malattia incurabile, ed io ho il privilegio di essere uno di questi. E' da pochi mesi che combatto la mia personale battaglia contro l'autismo ma ho già visto molte cose.
Ho visto l'aria di sufficienza dei medici che dovrebbero intervenire sull'autismo, quando ho portato le analisi del tampone faringeo e delle feci dalle quali risultava una forte diffusione di Candida Albicans, e quando mi hanno detto che tutto quello non aveva niente a che fare con l'autismo.
Ho visto mio figlio che neanche per sbaglio incrociava il mio sguardo, guardarmi mentre gli cambiavo il pannolino dopo solo poche settimane di cura con la Nistatina.
(altro prodotto di "provata tossicità" usato nella cura della Candida).
L'ho visto perdere quell'espressione imbambolata che lo distingueva dopo circa un mese di dieta senza glutine e caseina.
Ho sentito chiedere dalle assistenti dell'asilo nido che il mio bambino frequenta che tipo di terapia comportamentale stesse facendo, perchè risultava essere molto più presente e disponibile alle attività da loro proposte. E ho risposto nessuna.
Grazie all'efficienza del Servizio Sanitario Nazionale è in lista di attesa presso cinque diverse strutture della capitale, dove mi è stato detto che a causa della mancanza di locali e di personale non potrà effettuare nessuna terapia prima di un'anno e mezzo o due. Alla faccia di un diagnosi precoce! Per ora lo stiamo semplicemente aiutando con la "dannosissima dieta senza glutine e caseina".
Ho visto migliorare le feci del mio piccolo solitamente liquide e acide, fino ad apparire normali grazie all'uso di enzimi digestivi e probiotici uniti alla dieta.
Ho sentito le risposte della medicina ufficiale e ho visto il video dei bambini americani senza più
diagnosi di autismo grazie all'uso combinato delle terapie D.A.N. e metodi comportamentali come l'A.B.A. anch'esso di "dubbia efficacia", e che come saprete è "generosamente offerto" a tutti gli autistici dal Servizio Sanitario Nazionale in tutti i numerosi centri presenti sul territorio.
Ho letto la sua risposta a quel genitore che le chiedeva informazioni sul D.A.N., e ho letto anche che lei è un medico, ed ho provato rabbia. Forse non sarebbe male se lei ripassasse il giuramento di Ippocrate che ha recitato diventando medico, mi riferisco a quella parte dove lei ha giurato di non nuocere ai suoi pazienti.
Be ci sono molto modi per farlo, lei ne ha scelto uno.
Così facendo ha tolto a quel bambino la possibilità di migliorare le sue condizioni e forse anche di uscire dalla diagnosi di autismo cosi come è successo ai bambini americani presentati nel video del prof. Rimland che potrete visionare sul sito menzionato in precedenza.
Ma senz'altro anche quello sarà una montatura non è cosi?
Perché non scende dal suo comodo piedistallo dal quale spara sentenze verso chi ha scelto di togliersi i paraocchi che tanto piacciono alla cosiddetta medicina ufficiale verificando la giustezza dei trattamenti messi a punto dai colleghi americani?
Ovviamente mi riferisco al Dott. Verzella che prima ancora di essere oculista è come lei un medico, che ha effettuato studi di medicina funzionale, ed ha partecipato a convegni in ambito internazionale. Mi chiedo quindi chi sia lei per criticarlo in ambito professionale. Facili guadagli dice? Molti sui colleghi odontoiatri potranno forse far bella mostra di questi (tranne magari che per il fisco) avendo certamente meno critiche e senz'altro meno problemi. Quanto di quello che spendiamo per la cura dei nostri figli pensa che vada al Dr. Verzella? Supplementi, vitamine e quant'altro serve viene prodotto in America perchè a quanto pare nessuna casa farmaceutica italiana (sottovalutando l'estensione del problema autismo e delle metodiche atte a contrastarlo grazie anche a pareri illuminanti come il suo) sembra interessata a preparali in loco.
Perche non provate a guardare ai vostri piccoli pazienti o assistiti come individui con problemi biomedici molto diversi tra loro? Perchè non fate fare loro le analisi e le confrontate?
Perchè non leggete il protocollo D.A.N. che tanto osteggiate?
Come potete pensare che sia possibile "verificare scientificamente" l'uso di supplementi alimentari di cui ogni bambino ha bisogno in misura diversa (vedi analisi) con la validazione in doppio cieco che prevede invece di somministrare precise quantità di prodotto ad un gruppo e placebo ad un altro?
Vorrei che queste mie domande facciano riflettere lei e quelli che la pensano come lei, è con questa speranza che chiudo questa mail.
Io ho appena cominciato il percorso indicato dal D.A.N. ma molti genitori del sito sono molto molto più avanti di me, e piu qualificati di me per parlarne.
Non ho però potuto trattenermi dal rispondere al vergognoso attacco da lei portato a quanti ogni giorno combattono e vincono le loro piccole e grandi battaglie.
Sono certo che questa comunicazione non sarà resa visibile ad altri utenti del suo sito perchè ritenuta quantomeno scomoda, o forse sarà fatto in modo di travisarne il significato.
Personalmente non ho nessun interesse commerciale o speculativo, sono semplicemente un genitore che non sa come arrivare alla fine del mese e che vorrebbe veder cambiare le cose non solo per il suo bambino ma anche per tutti gli altri piccoli autistici.
Vorrei che l'autismo diventasse solo un lontano ricordo.
E vorrei anche (qui rientriamo nel campo della fantascienza) che le varie associazioni Angsa e affini e che siti come quello su cui lei scrive si unissero per lottare insieme per la riuscita di tutto questo.
Pensi alla sua posizione attuale e si renderà conto che lei non lo sta facendo.

Lettera firmata