http://www.genitoricontroautismo.org

Grandi miglioramenti! Print E-mail

Un messaggio dal nostro forum:

Cari amici, dopo una lunga assenza, volevo dare un aggiornamento sul piccolo M. Purtroppo non riesco a scrivere quanto vorrei, anche se quando mi è possibile e con un po di fatica cerco di leggere qualche argomento, ma non potevo non scrivere questi ultimi risultati.
Abbiamo avuto il risultato della Scala CARS che ci ha dato un punteggio di 25. Chi conosce la scala sa cosa vuol dire. Lo scorso anno in questo periodo aveva avuto 42, quindi in un anno ha fatto un bel salto indietro, perché alcuni problemi sono completamente spariti e altre cose si stanno continuamente modificando.
Per la prima volta poi è stato possibile fare al bambino il test per il q.i., e anche qui abbiamo avuto un "punteggio inaspettato", prima non era stato possibile misurarlo perché rifiutava di collaborare e urlava. Pensare che qualcuno mi aveva detto che avrebbe sicuramente avuto ritardo mentale! M. è un bambino molto intelligente, lo è sempre stato, ma stava male, e poi è dotato di una sensibilità e di una capacità affettiva incredibili per la sua età, ma queste cose non potevano venire fuori.

M. è migliorato tantissimo, soprattutto negli ultimi mesi, e questo non doveva dircelo certo un test, ma leggere il risultato è stato comunque meraviglioso, insomma è un "dato". Non una considerazione di due poveri genitori che magari si illudono, ma una valutazione fatta da medici che seguono il bimbo da anni e che si sono sorpresi di questi miglioramenti.

M. ha 4 anni e dopo circa 20 mesi di terapia biomedica e di tanto tanto lavoro ABA è un altro bambino...
Prima di iniziare le terapie aveva tanti problemi, ora è un bambino sereno, affettuoso, che è presente e consapevole di se e del mondo che lo circonda, che parla e che gioca con gli altri. La cosa più bella è la "normalità" dei suoi comportamenti, non ci sono stereotipie, attacchi di rabbia incontrollabili, comportamenti inappropriati.
Ora si vede quello che è, un bambino che inizia timidamente ma con gioia a prendere delle iniziative, che ha voglia di stare con gli altri, di giocare con i bambini e con i grandi, che vuole essere considerato e amato.

Mentre scrivo spero..., ho quasi paura di scrivere di questi risultati, di credere che forse ne stiamo venendo piano piano fuori, paura che ci stiamo illudendo e che possano ritornare quei bruttissimi momenti. Ma se guardo il mio bellissimo bambino, la luce che ha negli occhi mi dice che è tutto vero, e che lui ce la farà!
Che la strada è quella giusta e per questo non posso che ringraziare chi sta lavorando tanto per diffondere tra tante difficoltà le terapie per questi bambini, con uno straordinario impegno, chi riesce a trovare ogni giorno il tempo per scrivere, consigliare, tradurre, aiutare.. E poi spero per i bimbi che ho conosciuto, per tutti gli altri e per i loro genitori.
Vorrei invitare i genitori a non arrendersi, a lavorare, i risultati verranno, i vostri bambini staranno meglio, coraggio...
Un abbraccio a tutti
P.