http://www.genitoricontroautismo.org

Bologna 2-3-4- luglio 2010 - Vincent Carbone Stampa E-mail

Sono aperte le iscrizioni al workshop di Vincent J. Carbone "Teaching verbal behavior to children with autism and other disabilities", con servizio di traduzione simultanea.

Qui a fianco è possibile trovare il programma nella sezione Iniziative, e il form di registrazione.

 

Il dott. Vincent Carbone è un analista del comportamento certificato con oltre 30 anni di esperienza nella programmazione dell'insegnamento per persone con autismo e disturbi dello sviluppo. La clinica da lui diretta a New York offre quotidianamente a più di 40 alunni servizi educativi fondati sull'analisi del comportamento applicata. Il dott. Carbone insegna presso diverse università statunitensi e pubblica regolarmente ricerche in numerose riviste peer reviewed. E' la prima volta che porta in Italia il suo workshop introduttivo, centrato sull'insegnamento del comportamento verbale a bambini con autismo sulla base dell'analisi skinneriana del linguaggio.

 

 
Leggi tutto...
Roma - W.S. di 1° e 2° livello - Aprile 2010 - Thomas M. Caffrey Stampa E-mail

Workshop di 1° livello

Introduzione all'Analisi Comportamentale Applicata (ABA) e all'insegnamento del Comportamento Verbale (VB) in classe

Roma 7 e 8 aprile 2010 - c/o Fondazione Santa Lucia - IRCCS - Via Ardeatina 354, Roma
 
 

Workshop di 2° livello

Stabilire il Controllo Istruttivo costruendo un Rapporto ed insegnando la Comunicazione Funzionale

Roma 9 e 10 aprile 2010 - c/o Opera Don Calabria, via G. Soria, 9 - Roma

Leggi tutto...
Scuolaba BRESCIA - partiti! Stampa E-mail

Martedì, 26 Gennaio 2010 ha preso il via la prima grande avventura progettuale dell’Associazione Scuolaba Onlus: Il Progetto Scuolaba Brescia.
 
Questo progetto, fortemente voluto da tutti i membri dell’Associazione, accoglierà bambini affetti da Disturbi dello spettro autistico di età compresa tra i 3 e i 12 anni in un cammino terapeutico intensivo, continuativo e di rete con la scuola e la famiglia.

 
Le operatrici che collaboreranno al Progetto sono state scelte dopo molteplici colloqui motivazionali e di gruppo, tra un folto numero di applicants (più di 300 Curricola Vitae pervenuti e visionati). Il pull di operatrici che partirà nella prima fase del progetto è composto da 6 professioniste appassionate e motivate a dare il meglio a questo progetto, sotto l’attenta supervisione della Dott.ssa Lucia D’Amato. La Dott.ssa Stefania Sudati, già operatrice con grande esperienza e motivazione presso il Progetto Scuolaba Lodi della Coop. Sociale Il Paguro Onlus, assumerà il ruolo di Responsabile degli Operatori per il Progetto di Brescia.
 

Le richieste di inserimento di bambini fino ad ora pervenute sono 16 (su 24 disponibili) e teniamo a sottolineare ancora una volta che Scuolaba non fa eccezioni di sorta ma accoglie tutti i bambini purché possano raggiungerci con frequenza quotidiana dal lunedì al venerdì.
 
La sede, un luminoso appartamento di 200 mq, ci è stata concessa con grande generosità dalla Siderurgica Leonessa di Flero (BS), i cui responsabili si sono adoperati a fare in modo che la sede fosse pronta per l’inizio del Progetto. Un grazie immenso!

 
La sede è stata interamente riadattata per soddisfare tutte le esigenze di spazio che questo Progetto comporta: ampi spazi per i bambini, aperti e comunicanti tra loro così da rendere possibili il momento terapeutico e quello del gioco; luoghi di aggregazione per le famiglie che accompagnano i bambini e che possono ritrovarsi ogni giorno davanti ad un caffè, a raccontarsi attorno ad un tavolo o comodamente seduti in poltrona; una biblioteca che conterrà testi e articoli scientifici messi a disposizione delle famiglie sulle tematiche dell’Autismo, dell’Analisi del Comportamento Applicata(ABA), e di molto ancora. E poi tutti gli uffici del personale, luoghi in cui la creatività e l’ingegno sono parte integrante dell’arredamento!

 
IKEA ha gentilmente donato, consegnato e montato l’intero arredamento della sede del Progetto Scuolaba Brescia… Grazie ancora!
 
Un importante aspetto di questo Progetto è costituito dalla figura del Responsabile per la Scuola, la Dott.ssa Lara Reale, che curerà i legami, i contatti ed il supporto tecnico e pratico alle figure che operano nel mondo della scuola con cadenza regolare. Un progetto terapeutico non può prescindere dall’essere strettamente collegato in una fitta rete di contatti tra le figure che gravitano intorno al bambino, tra cui appunto, la scuola. Questo servizio sarà messo a disposizione per le scuole di provenienza dei bambini che partecipano al Progetto Scuolaba Brescia dal mese di Marzo/Aprile in poi.
 

La famiglia spicca per importanza, valore e responsabilità in questa fitta rete il cui fulcro unico è il bambino. Per la famiglia, il progetto offrirà formazione continua attraverso la proposta di corsi di formazione interni aperti, con cadenza mensile, ma soprattutto di supporto. Lo Sportello Famiglia sarà disponibile tutti i giorni dalle 9 alle 17 con funzione di Ascolto ma anche di Informazione soprattutto per le famiglie di bambini molto piccoli con diagnosi recente che ancora faticano nell’accedere alle informazioni di cui necessitano.
 
I collegamenti della rete saranno più che mai stretti con le figure di riferimento a livello clinico per ogni bambino, quindi, nella fattispecie, il Neuropsichiatra di riferimento e il Medico curante. Oltre a queste figure, è importante creare legami stretti con le altre figure riabilitative che hanno in carico il bambino, dalla psicomotricità alla logopedia, il terapista occupazionale, il musico terapeuta ecc. ecc.
 

Leggi tutto...
Disabili - LETTERA AL PRESIDENTE SILVIO BERLUSCONI Stampa E-mail

Movimento Italiano Disabili

 

Guidonia M. 04/01/2010

Per Conoscenza a tutti i Ministri e On. Deputati, Senatori della Repubblica Italiana

Pregiatissimo Presidente Onorevole Silvio Berlusconi, ci rivolgiamo a Voi in quanto fiduciosi di essere ascoltati nei nostri innumerevoli problemi che ogni giorno, in quanto categorie disabili, affrontiamo.
La prima nostra supplica, è il riformare gli assegni sociali, che sono di importi oggi con la moneta dell’euro divenuti ridicoli, in quanto fermi da molti anni e di importo di 256 euro mese.
Quello, che vogliamo farle notare, è la confusione che si crea tra il sociale e il sociale disabile, dal quale non vi è alcuna differenziazione, tra persone disagiate e persone disagiate ma anche disabili.
Ovviamente chi è disabile è molto più debole, ma viene accomunato alle prime, ma ovviamente ha molte più esigenze della prima categoria.
Con 256 euro e 472 euro di accompagnamento se si usufruisce, capirà bene che un disabile, si trova in condizioni pietose, in quanto sfido il miglior economista a poter far quadrare il bilancio personale.
Quando vi è bisogno di essere accuditi, certamente è particolarmente difficile trovare, una persona disposta a sacrificare il suo tempo per suddetta cifra, e quindi se non si viene aiutati da volontari, associazioni o Caritas, si rischia l’abbandono più totale e quindi l’emarginazione completa.
Questo ovviamente crea una disparità tra il sociale e il disabile non indifferente e chiediamo il suo interessamento verso una più giusta ed equa valutazione della cosa.
Stessa cosa si dica, per le pensioni minime, di euro 458 in quanto molte volte, il disabile è costretto ad entrare per motivi di salute, in pensione anticipatamente e quindi si trova in netto svantaggio verso un pensionato che riceve pensione minima, ma che non è disabile.
Nelle nostre condizioni, anche piccoli lavoretti in casa, sono proibitivi a differenza di persone che con l’allungamento dell’età e con la medicina oggi anche se pur essendo anziani godono di buona salute e possono ancora adoprarsi.
Anche in questo dovrebbe essere fatta una completa revisione della cosa, ma purtroppo anche se molte volte abbiamo denunciato tramite i mezzi di comunicazione queste cose, dagli scranni, nessuno mai si è fatto promotore di riguardare le cose.
Inoltre la si invita a visionare la benedetta legge del prepensionamento per i genitori dei disabili gravi e gravissimi
Anche il Presidente della Repubblica, ultimamente ci ha citati, e di questo noi lo ringraziamo tantissimo, essendo lui baluardo di garantismo, ma dalla vostra aula solo silenzio.
Nel congedarci, speriamo quindi, che con il nuovo anno, possiate finalmente cercare di migliorare la nostra situazione economica, che verte da come abbiamo riportato in cifre, in uno stato pietoso.
Si inviano distinti saluti augurandole un Buon 2010 pieno di successi
Il presidente del Movimento Italiano Disabili
Francesco Ferrara

Sede legale:
Via Favale 15, 00010 Tivoli (RM) – cod. fisc. 94051140583
Sede operativa Nazionale:
Piazzale Carlo Alberto Dalla Chiesa 12, 00012 Guidonia Montecelio (RM) – tel. 0774,343891 Fax.0774,404491- cel.3476546894

http://www.ilmid.it

AAA ex Autistico cercasi - di Roberto Rusticali Stampa E-mail
riceviamo e volentieri pubblichiamo.
 
Editoriale del 10 Dicembre 2009

 

PER FAVORE  FATEMI PARLARE CON CHI E’ USCITO DALL’AUTISMO!!!!!!!!!!!!!!!

 

Questo più che un Editoriale, vuole essere un appello a tutti i genitori con Ragazzi affetti da Autismo (lo ritengo molto importante e Vi chiedo di fare in modo che questa Mail viaggi il più possibile in Rete) e quindi chiedo cortesemente che chi riceve questa mail la inoltri a più persone possibile perché è ora di finirla una volta per tutte di sentirsi raccontare delle Favole e BISOGNA CHE CIASCUNO SI PRENDA LE PROPRIE RESPONSABILITA’.

 

Chiedo con questo mio appello, che qualcuno mi faccia parlare con un Ragazzo che grazie ad un QUALSIASI (ripeto qualsiasi) Trattamento sia uscito dall’Autismo, (ovviamente desidero parlare con un Ragazzo che avesse avuto una Diagnosi Certificata di Autismo). perché onestamente sono stanco di scrivere che non mi risulta che ci sia stato nessuno che ne sia uscito, mentre invece ci sono Holding che continuano a dichiarare che invece questo è possibile………. Ovviamente non mi interessa parlare con un Genitore che si è autoconvinto della Guarigione del ragazzo e che mi racconterebbe la storia dell’Orso, perché non può dimostrarmelo, ma con il Figlio, che se è realmente uscito dall’Autismo può esprimersi come fanno i suoi coetanei Normodotati.

 

La mia richiesta sembra banale, ma non lo è………. perché questo è un argomento che deve essere chiarito per evitare anche a Voi (che se mi leggete avete problemi di Autismo) sgradite sorprese e gravi disillusioni……………..  e soprattutto mettere un freno ad una deregulation pazzesca e secondo me pure immorale che coinvolge non solo il Biomedico di derivazione DAN, ma anche il Trattamento Foniatrico e pure ( e questo mi dispiace in particolar modo) il Trattamento ABA di cui ci sono Terapisti che per riuscire a strappare più ore possibili di Terapia pagata a peso d’oro mandano ai Genitori messaggi ambigui riguardo alla ipotetica Guarigione del bambino.

 

Questo Editoriale comunque è nato da due situazioni che si sono presentate in contemporanea, prima un amico mi ha detto che uno sconosciuto ha infilato di nascosto nello Zaino di suo figlio, Bambino Autistico, un Volantino di un incontro Promozionale del Dottor Verzella che nel Volantino cita testualmente: USCIRE DALL’AUTISMO – UN APPROCCIO BIOLOGICO E MEDICO – Presenzierà la Serata il Prof. Franco Verzella che ha già trattato con successo migliaia di casi di Autismo negli ultimi 4 anni  - (N.B. Verzella NON è un Professore) e poi subito dopo abbiamo ricevuto una Telefonata di una disperata Mamma della Lombardia che chiedeva aiuto per il Figlio, che dopo aver seguito per anni le cure Miracolose proposte da medici che si definiscono DAN, non sanno più cosa fare per contenerlo perchè è LETTERALMENTE USCITO FUORI DI TESTA!!!!

 

A questo punto credo che sia un dovere mio, ma soprattutto di tutti, chiarire una volta per sempre questa faccenda……………… gli Americani del DAN che secondo me hanno un terrore folle degli Avvocati e della Magistratura U.S.A.  dicono che l’Autismo è Trattabile, che è un modo cinico, ma intelligente di dire e non dire, mentre invece qui da noi in Italia altri medici DAN si possono permettere di dire che dall’Autismo si esce, tanto anche se non è vero nessuno gli può fare nulla.

 

ALLORA VOI CHE LO AFFERMATE,  DIMOSTRATEMI CHE DALL’AUTISMO SI ESCE !!!

 

DIMOSTRATELO AI TANTI GENITORI CHE VI FINANZIANO A SUON DI MIGLIAIA DI EURO!!!

 

E SE NON LO POTETE DIMOSTRARE, VERGOGNATEVI E FATEVI SVERGOGNARE!!!

 

Mi auguro che tutti coloro che leggono questo Editoriale, qualsiasi sia la Cura o la Terapia a cui stanno sottoponendo il Figlio abbiano la capacità di ragionare e si pongano la mia stessa Domanda che continuo a ripetere……………… Fatemi parlare con un Ragazzo che sia uscito dall’Autismo!!!!!!!!!

 

  • Cordiali Saluti  Roberto Rusticali – Curatore del Sito Autismo On Line
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 37 - 45 di 862