http://www.genitoricontroautismo.org

Istituti Fay: AIT - Dr. Berard Stampa E-mail

Istituti per l'Organizzazione Neurologica
Istituti Fay

L 'ALLENAMENTO IN INTEGRAZIONE UDITIVA DEL DOTT. B╔RARD
(AIT- Auditory Integration Training)

"Pi¨ di trenta anni fa, un famoso otorinolaringoiatra e dottore francese, Dr. Guy Berard, iniziˇ a
rendersi conto che i problemi uditivi evidenziati in tanti dei suoi pazienti infantili affettavano il loro
rendimento scolastico. Lui si rese conto come tante volte i problemi di apprendimento e i problemi di
comportamento correlati avevano le radici nell' ipersensibilitÓ, tanto come nell┤ iposensibilitÓ, a suoni in
particolari frequenze. Sembrava che entrambe le condizioni uditive erano "chiaramente collegate con tanti
problemi di apprendimento e di comportamento includendo iperattivitÓ e dislessia" (BerÓrd, 1993). Come
risposta a queste osservazioni, il Dott. BerÓrd svilupp˛ un programma di allenamento di tutto il sistema
uditivo con lo scopo di normalizzare queste anomalie. Questo allenamento tecnologico dell┤ udito Ŕ
conosciuto come il Metodo BÚrard di Allenamento in Integrazione Uditiva (Auditory Integration Training
(A.I.T.)).
Nel 1976, una coppia americana chiese al Dr. Berard di trattare sua figlia di dodici anni di etÓ e con
la diagnosi di Autismo. Non senza dubitare, il Dr. BÚrard f¨ d'accordo. Era la prima volta che lui trattava
una paziente con autismo o, pi¨ specificatamente, con l' ipersensibilitÓ uditiva associata all' autismo. L'
ipersensibilitÓ uditiva Ŕ molto frequente tra i bimbi autistici. Infatti, Ŕ stato affermato (Coleman, 1989) che
"tanti bimbi autistici tappano le sue orecchie per non sentire l' aspirapolvere, il pianto dei bambini o anche i
suoni pi¨ comuni". Dopo due sessioni giornaliere di mezz'ora in un periodo di dieci giorni, la bambina inizi˛
a mostrare segni di un comportamento pi¨ normalizzato, specialmente davanti al tipo di suoni dolorosi dai
quali prima lei fuggiva (Stehli, 1991)".1

Inizialmente sviluppato come metodo per aiutare gli adulti con perdite uditive, e
professionisti nel campo del suono e della voce (cantanti, giornalisti, musicisti, ecc...), in
maniere diverse l'Allenamento in Integrazione Uditiva (AIU) si Ŕ mostrato beneficioso per
bambini, ragazzi e adulti con problemi considerati gravi con implicazione delle funzioni che
riguardano i percorsi neuro-sensoriali uditivi (spettro autistico, ritardo maturativo, sindrome di
Down, ecc...) e anche per quelli normalmente visti come pi¨ lievi e circoscritti all'ambito
scolastico (dislessie, dislalie, difficoltÓ di concentrazione, ecc....).
Pi¨ che a diagnosi concrete, l'AIU (AIT) Ŕ indicato per diversi gruppi di sintomi relativi ai
percorsi uditivi nei diversi gradi possibili:
- perdite uditive
- otiti frequenti
- urla senza motivo apparente
- ride senza motivo apparente
- iperattivitÓ
- si innervosisce in luoghi pubblici
- la folla lo confonde
- ripete sempre gli stessi suoni
- sembra che senta cose impercettibili dagli altri
- a volte sembra sordo, come se non sentisse
- si colpisce la testa
- si dondola
- udito doloroso

L'allenamento consiste in 20 sessioni di 30 minuti di ascolto di musica filtrata attraverso
delle cuffie. Normalmente si ascolteranno due sessioni giornaliere con un intervallo minimo di
3 ore durante un periodo di dieci giorni. La musica Ŕ scelta in modo da coprire tutte le
frequenze dello spettro uditivo e alterna intensivamente toni alti e bassi.
Basicamente, l'Audiokinetron trasforma la musica attraverso diversi equalizzatori e filtri
che lavorano in tutte le frequenze dello spettro. Si alternano in modo casuale alte e basse
frequenze con e senza filtri. Il volume si regola in modo indipendente per ogni orecchio.
Quando Ŕ possibile si realizzano delle audiometrie precedenti e posteriori all'
allenamento, in caso contrario si richiede la compilazione di diversi questionari per
personalizzare l'impostazione delle sessioni e per decidere se l' allenamento possa essere di
aiuto al bambino.
In alcuni casi, Ŕ possibile vedere cambiamenti giÓ dopo 5 o 6 giorni dall'inizio del
programma, anche se i risultati pi¨ importanti si vedono nell 'arco dei 3 mesi successivi; per
cui passato questo periodo dopo il termine dell'AIU si richiede di nuovo la compilazione di
alcuni questionari ed eventualmente una nuova prova audiometrica.

Le aree di sviluppo dove pi¨ spesso si osservano cambiamenti sono:
- percezione: aumento dell'attenzione selettiva uditiva, aumento dei tempi di concentrazione,
riduzione dell' udito doloroso, aumento dello stato di allerta, riduzione dell' iper-acusia,
recupero delle perdite uditive, controllo del tinitus e degli acufeni.
- cognizione: maggiore capacitÓ per i linguaggi astratti, maggiore
- linguaggio: regolare il volume, migliorare la pronuncia di determinati suoni, aumento della
spontaneitÓ e della comunicazione verbale, magliore facilitÓ per la seconda lingua.
- comportamentali: riduzione dell'iperattivitÓ, maggiore controllo del proprio umore e stato
d'animo, riduzione degli atteggiamenti autostimolativi.
- altri: miglioramenti vestibolari (mal d'auto, kinetosi, ecc...)
La ricerca clinica non raccomanda di utilizzare questa tecnica di stimolazione con
bambini di etÓ inferiore a 3 anni.
1 Stratto di Brain Disorder, Auditory Hyperacusis, and the Promise of Music Technology. Dr. Wayne J. Kirby, D.A.
The University of North Carolina at Asheville.

Per saperne di pi¨: (Bibliografia di riferimento su i metodi di stimolazione uditiva)
"Udito uguale comportamento". Guy BÚrard. Piovan Editore.1991.
"The sound of a miracle". (In inglese). Anabel Stehli. The Georgiana Institute.1991.
"Dancing in the rain".(In inglese). Anabel Stehli Ed..The Georgiana Organization 1995.
"L'Ascolto umano". Alfred Tomatis. Red Edizioni 2001.

Gli Istituti Fay fanno parte della Society for Auditory Intervention Tecniches (SAIT) con sede in Oregon
(USA) e che raggruppa a livello mondiale i terapisti specializzati in questo tipo di terapie.
Gli Istituti Fay sono qualificati per impartire diversi tipi di stimolazione uditiva in continua evoluzione con
la ricerca mantenuta in istituti e cliniche di tutto il mondo.
Istituto ASCOLTO c/o Istituti Fay ONLUS Via F. Federigi,233 - 55046 Querceta (LU)
Tel: 0584 762064 Fax: 0584 741677 www.istitutoascolto.it