http://www.genitoricontroautismo.org

Genitoricontroautismo.org
Lodi - 28 Marzo 2008 - Presentato il Progetto SCUOLABA Stampa E-mail

Il progetto Scuolaba nasce come versione italiana di una realtà già esistente e altamente funzionante nel mondo anglosassone da circa dieci anni a questa parte.

L’idea di proporre questo progetto in Italia è venuta dopo la presa di coscienza di una situazione molto poco definita della realtà italiana a proposito di un approccio di tipo Comportamentale per disabilità quali i Disturbi Generalizzati dello Sviluppo e i Disturbi dell’Apprendimento.

Il progetto prevede la presa in carico, per il primo anno, di 20 bambini di età comprese tra i 2 e i 12 e si avvarrà della metodologia ABA come unico approccio alle disabilità elencate.

Ogni bambino riceverà 1 ora e 30 minuti di ABA al giorno con trattamento personalizzato one-to-one con un insegnante, per 5 giorni la settimana in cui non mancheranno comunque attività di gruppo in cui si potrà lavorare sull’interazione sociale, l’immaginazione creativa, il rapporto con i compagni ed il gioco nella sua mera essenza. Ogni bambino verrà sottoposto ad un Assessment Personalizzato e ciò permetterà la valutazione delle singole abilità, potenzialità e problematiche e la strutturazione di un curriculum di programmi personalizzato per l’insegnamento di abilità funzionali.

Un corso/training verrà offerto alle famiglie durante l’intera durata del progetto con lo scopo di fornire ai genitori degli strumenti concreti per affrontare le problematiche casalinghe di difficile gestione.

 

Leggi tutto...
Intervista ad Adriana Pippione Stampa E-mail

la Dottoressa Adriana Pippione

Si batte per i diritti degli autistici e ci tiene a lanciare un messaggio ai genitori di ragazzi che non hanno potuto ricevere un intervento comportamentale precoce ed intensivo:l 'ABA funziona anche con loro.

 

Adriana Pippione è la consulente ABA che da due anni, lavora in Italia con l'Analisi applicata del comportamento. Attualmente, si occupa di oltre venti casi di autismo, otto dei quali segue con minore frequenza. Il curriculum della professionista italiana rispecchia le sue caratteristiche umane. E’ vitale, pieno di energia e di voglia di combattere. Adriana Pippione sognava di fare la psicologa sin da bambina, ma il destino vuole che si trasferisca a Londra a studiare giurisprudenza. Lì, inizia a lavorare come manager in una multinazionale, ma, non appena le vicende della vita glielo consentono, torna al ‘primo amore’. Con la sua straordinaria capacità di rimettersi in gioco, si iscrive all’università, ma questa volta, per diventare Psicologa. Nel frattempo, per mantenersi gli studi, lavora come tutor, poi come senior tutor per poi diventare supervisor qualche anno dopo la sognata laurea. Esercita in Inghilterra, ma poi le origini (o il marito?) la riportano in Italia, dove fa la consulente ABA.

La sua tesi conferma la sua particolare attitudine nel lavorare con adolescenti/adulti: “Il ruolo dei disturbi di ansia generalizzata nell’ apprendimento scolastico su un campione di popolazione di 150 studenti inglesi di età compresa tra i 16 e 18 anni.

La vita senza battaglie non è quella che più le si addice e così, eccola girare per lo stivale a ‘seminare e raccogliere’.

Ogni tanto, il ‘sistema Italia’ la fa irritare, da quel che si sa….poveri interlocutori. L’abbiamo voluta intervistare per conoscere meglio una professionista di grande spessore umano.  

 

Il testo completo dell'intervista a questo LINK

Intervista a Francesca Degli Espinosa Stampa E-mail
Francesca Degli Espinosa, ricercatrice ABA intervistata per I.A.N. da Natalia Bandiera.
 
 
L'approccio comportamentale è valido anche senza trattamenti medici (diete) ? Il panorama ABA in Italia è così disastrato? Tanti miti e tabù confutati o sfatati nell'intervista che potete leggere qui
 
 
Il documento completo a questo LINK
 
Intervista a Denise S. Brunetti B.C.A.B.A. (da Ippocrates) Stampa E-mail
A.B.A., FIGURE PROFESSIONALI E "GUARIGIONE": LA PAROLA A DENISE SMITH BRUNETTI.


L'esperta BCABA invita i genitori che si accingono ad iniziare un percorso di riabilitazione comportamentale per i loro figli a selezionare in modo attento i consulenti. Li esorta a non attaccarsi a definizioni tecniche e a chiedere sempre un curriculum[. Non usa mezzi termini  nei confronti di chi utilizza in modo improprio la parola guarigione: "Ci vuole la censura".

Leggi tutto...
Intervista a Rita Giaquinta Stampa E-mail

Rita Giaquinta, una mamma per tutti i bimbi autistici                                                  

di Natalia Bandiera

 

Parlare con Rita Giaquinta e confrontarsi con lei non è come parlare con la solita professionista che sponsorizza il ‘proprio’ metodo per ‘venderlo’ ad ogni costo. Non è come parlare con la classica mamma che dopo aver scelto un percorso riabilitativo ne vuole fare un motto di vita per chiunque.

Conversare con Rita Giaquinta significa poter ascoltare il suo pensiero che riesce a comunicarti con l’umiltà del genitore che non è convinto di avere la verità in tasca, ma che si mette continuamente in discussione alla ricerca di quanto possa essere utile per il proprio bambino. Con questo spirito ‘libero’ lei è approdata circa tre anni fa all’Rdi, ma non é esclusivamente a questo che attribuisce i progressi di un figlio che ha avuto la fortuna di avere una madre come lei. Probabilmente è questa la chiave dei successi ottenuti dal suo bambino, nove anni, con disturbo autistico. E’ un bambino capace di conversare a tutto tondo, di esprimere ragionamenti, di raccontare persino i propri sogni notturni. Un bambino che, seppur autistico, è riuscito a tirarsi fuori da certi ‘schemi’. I suoi genitori, sin da quando hanno avuto quella terribile diagnosi, che ha cambiato loro la vita, non si sono fermati e anche quando si sono affidati a sistemi riabilitativi che sembravano essere la soluzione di tutti i problemi del bambino, hanno avuto la capacità di guardare oltre.

Leggi tutto...
Beneficio dalla dieta? Studiamo... Stampa E-mail

da "la Repubblica"

Beneficio dalla dieta? Studiamo...

La ricerca
Non una malattia psichiatrica da trattare con i farmaci, ma piuttosto un disturbo comportamentale le cui cause vanno ricercate nel sistema intestinale, metabolico, immunitario. Da curare con dieta, integratori, rimozione delle tossine. E, soprattutto, con approccio multidisciplinare.

Gli esperti del ministero delle Salute, molto critici su alcuni aspetti, chiedono che sia l'Istituto Superiore di Sanità a pronunciarsi. È invece, la convinzione di chi si riconosce nel protocollo DAN! (Defeat Autism Now), nato negli anni '60 con Bernie Rimland, psicologo Usa con un figlio autistico. Dice Franco Verzella, medico bolognese, presidente di DAN! Europe: "Sono disturbi di carattere organico che, modificando la biochimica dell'organismo, migliorano o guariscono".

Quindi, dieta priva di glutine, caseina, soia, zuccheri, lieviti, conservanti, coloranti; vitamine, minerali, omega 3; detossificazione; potenziamento dei circuiti metabolici; e terapie personalizzate.

A rispondere (su angsaonlus.org) è la ricerca promossa da Antonio Calabrò (Università di Firenze), Presidente del Comitato Scientifico Nazionale dell'AIC (Associazione Nazionale Celiachia): "È poco verosimile che il profilo biochimico dei soggetti autistici sia omogeneo. Più probabile che gli stessi sintomi siano provocati da cause biochimiche diverse. L'ipotesi di lavoro è pertanto quella che vi sia un sottogruppo con caratteristiche tali da beneficiare della dieta". Da 20 anni c'è chi sostiene che nelle persone con autismo vi sia "un difetto della permeabilità intestinale" tale che "entrebbero in circolo sostanze tossiche di derivazione alimentare che concorrerebbero a provocare le disfunzioni cerebrali responsabili dei sintomi dell'autismo".

Sott'accusa, in particolare, come detto, glutine e caseina. La Fondazione Cochrane, opo una ricerca avrebbe concluso che "allo stato attuale non vi sono evidenze di efficacia della dieta". Tuttavia, dicono all'Angsaonlus "i molti rapporti di genitori che riferiscono importanti miglioramenti con la dieta sono un motivo per iniziare una sperimentazione rigorosa". Anche se dagli Usa (sperimentazione del NIH) non arrivano conferme.

(lucia zambelli)

Leggi tutto...
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 21 - 30 di 113